L’orto è una buona e giusta soluzione per sapere esattamente quello che si mangia, ma ogni verdura e frutta ha il giusto mese per essere piantata e coltivata.

Tuttavia oltre al clima bisogna anche considerare il proprio luogo di residenza e le rispettive condizioni climatiche: le coltivazioni di settembre non sono uguali in tutta Italia. Al Sud, infatti, sarà possibile continuare con le coltivazioni del tardo agosto. Quindi anche per questo motivo è sempre bene controllare il retro del sacchetto dei semi e di chiedere sempre al vostro fornitore di sementi.

Settembre è caratterizzato dall’inizio dell’autunno e in autunno si possono piantare diverse specie vegetali, non solo ortaggi. I vegetali più in voga sono le insalate e le erbe aromatiche.

Tra le insalate regine dell’orto c’è la lattuga, nella sua varietà invernale che richiede come temperatura ideale di crescita 15°-18°, l’iceberg, soprattutto a partire da fine settembre, l’invidia, la scarola, la valeriana e la rucola.

Per quanto riguarda le erbe aromatiche si può dare spazio alla fantasia, dal prezzemolo al dragoncello. Invece, per il basilico settembre è il mese in cui giunge a maturazione e si possono raccogliere i frutti della cura estiva consumandolo fresco o congelandolo per sfruttarlo durante tutto l’anno.

Inoltre, è il periodo di raccogliere la maggior parte delle varietà del cavolo, dal cavolo cappuccio alla verza, i finocchi, i ravanelli tardivi e gli spinaci. Anche i tuberi sono molto frequenti in questo periodo: carote, barbabietole, rape, porri.

Si raccolgono anche altri ortaggi piantati nei mesi estivi come bietole, cardi, cavolfiori, cavoli, cetrioli, cicoria, fagiolini, indivia, lattuga, melanzane, melone, patate, peperoni, pomodori, radicchio, sedani, zucche e zucchine.

Si può anche pensare di seminare le prime cime di rapa, barbabietole da taglio e da costa e alcune varietà di patate. In particolare è bene prestare attenzione alla luna per il prezzemolo e il ravanello per i quali la luna è meglio sia crescente, invece per le cipollenella varietà autunnale come le cipolle rosse a palla, il cavolo, il finocchio, le lattughe, il radicchio, la rapa e gli spinaci è consigliata la luna calante.

Il trapianto è consigliato in questo periodo per bietole, cavoli, cicoria, finocchi, indivia, lattughe, radicchio, barbabietole, porro e sedano.

Nel Sud Italia, dove il clima è mite per tutto l’inizio d’autunno, a settembre è possibile coltivare anche i pomodori.