Sfatiamo il falso mito che tenere piante in camera da letto faccia male alla salute, una credenza vera solo in parte. Esistono varie piante in grado di  depurare l’aria della camera da letto e di migliorare di conseguenza la qualità del nostro sonno.

Secondo l’ingegnere ambientale Bill Wolverton, ex ricercatore della NASA e autore del libro “50 piante per purificare l’aria in casa e in ufficio”, le piante sono un vero e proprio filtro capace di eliminare le impurità dall’aria. Alcune sono, infatti, in grado di eliminare la formaldeide, il fumo di sigaretta ed altri agenti cancerogeni.

Tra le varie piante con queste capacità troviamo l'aloe vera che a differenza di molte altre non ha bisogno della luce diretta né di essere annaffiata troppo spesso. Da oltre cinque millenni, l'aloe è considerata una pianta magica, capace di risolvere tutti i mali umani: Aloe Barbadensis, un prodigio della natura.

Per gli antichi Egizi, l'Aloe vantava proprietà addirittura immortali: questa pianta aiutava i faraoni defunti a trovare il cammino verso la terra dei morti. Infatti, secondo il “papiro di erbes” l'Aloe assicurava una lunga vita al corpo mummificato del faraone. Conosciuta soprattutto per le proprietà benefiche che apporta la spremitura di olio e succo, in realtà l’aloe vera è una pianta rivelatrice. Infatti osservando le sue foglie possiamo capire se un ambiente è più o meno inquinato grazie alla comparsa di macchie marroni sulla superficie. Non solo, ma è anche efficacissima per rimuovere tracce di formaldeide, ammoniaca, xilene e tuolene.  Il dato più interessante è dato dal fatto che durante la notte questa pianta aumenta la produzione di ossigeno, facendo in modo che migliori la qualità complessiva del sonno, contrasti l’insonnia e che si riesca finalmente a dormire per 8 ore di fila.

Ma l’aloe vera non è l’unica con queste capacità; quali altre piante possiamo tranquillamente mettere in camera da letto?

 

LAVANDA -Tra le piante più colorate e dal forte potere rilassante e calmante, la lavanda rilascia un profumo intenso e piacevole. Dite pure addio ad ogni altro tipo di essenza: averla in camera da letto vi aiuterà a fare sonni decisamente tranquilli.                                                                                                                                                                                  

EDERA - Inserita anch’essa tra le piante che secondo la NASA purificano l’aria, l’edera comune è elegante e facile da coltivare. Attraverso le sue foglie pare sia in grado di filtrare l’aria assorbendo grandi quantità di formaldeide e per questo motivo è particolarmente utile per coloro che soffrono di problemi d’asma. Un altro motivo per averne in casa in grandi quantità? Aiuta a ridurre la muffa nell’aria fino al 94%.

GELSOMINO - Il suo profumo inebriante corrisponde ad un effetto gentile e calmante sul corpo e sulla mente. Secondo gli studi il gelsomino riduce infatti i livelli d’ansia migliorando non solo la qualità del sonno ma anche l’attenzione e la produttività il giorno successivo.

SPATAFILLO - Dalle forme gentili ed eleganti, lo spatafillo è ottimo per liberare l'aria da agenti chimici, formaldeide, muffe e altri tipi di allergeni. Il tutto si traduce in un sonno più tranquillo e allergie e gole secche ridotte soprattutto durante la notte.